ViolaFonti ECOLINE

ViolaFonti Ecoline,
scarpe realizzate 100% con pelli e fodere conciate al vegetale e suole in Lattice/Para.

 

La Concia Al Vegetale

La concia al vegetale ha origini nella preistoria e in Toscana ha conosciuto il suo massimo splendore.
Da secoli i maestri conciatori toscani si tramandano la preziosa tradizione artigianale, adesso connubio di antiche ricette e di avanzata tecnologia. Le concerie associate al consorzio, eredi di esperienza e saperi secolari, eseguono tuttora con cura e passione il lento processo di lavorazione che porta le pelli grezze a divenire cuoio, nel totale rispetto della natura. Un processo basato sull’utilizzo di tannini naturali provenienti dagli alberi, sulle nuove tecnologie e sul lento scorrere del tempo.

La “concia al vegetale” è la più tradizionale e riconoscibile; l’unica capace di impartire al cuoio proprietà inconfondibili, versatilità d’impiego e unicità del prodotto.

 Il tannino è il fondamento della concia al vegetale e si trova più o meno concentrato in numerosi tipi di alberi e piante; è il tannino che dà alla pelle conciata quella caratteristica di unicità che la rende così immediatamente distinguibile.

  La pelle conciata al vegetale assorbe le tracce del vissuto. Invecchia, ma non si rovina. Sono proprio i cambiamenti e le personalizzazioni che avvengono col tempo e con l’uso a testimoniare la naturalezza del prodotto. Le colorazioni dei tannini conferiscono col tempo calde tonalità al pellame, che tendono a riaffiorare in superficie con l’uso. Scegliere un prodotto realizzato con questo pellame significa possedere un articolo che è l’espressione di una filosofia e di uno stile di vita, unico e irripetibile.
Nessuna pelle è uguale all’altra e questo fa sì che le sue interpretazioni in forme e design vengano arricchite dalla varietà e dalla personalità della materia: un fascino particolare e sottile che si trasmette al prodotto finito e a chi lo indossa.
La concia al vegetale è una lavorazione che nasce dalla natura e alla natura ritorna in piena armonia.

 La pelle conciata al vegetale non contiene sostanze tossiche nocive per l’uomo e per l’ambiente ed è solitamente ben tollerata dalle persone allergiche ai metalli pesanti.

 Il ciclo produttivo viene, inoltre, curato in ogni dettaglio, per ridurre al minimo l’impatto ambientale:

 

  • Per la concia al vegetale è utilizzata prevalentemente la pelle dei bovini destinati all’industria alimentare. Nessun animale viene abbattuto direttamente per la concia delle sue pelli che, anzi, se non utilizzate nel processo conciario andrebbero a creare gravi problemi di smaltimento;
  • Essendo conciato con tannini naturali, una volta esaurito il suo ciclo di vita, un manufatto in pelle al vegetale può essere smaltito con facilità, proprio grazie alle sue caratteristiche chimico-biologiche;
  • Gli ingenti investimenti delle concerie negli impianti di depurazione e di smaltimento rifiuti assicurano il pieno rispetto dell’ambiente;
  • La maggior parte delle sostanze utilizzate durante la lavorazione delle pelli viene recuperata, lavorata e riutilizzata in altri settori. Il pelo tolto dalle pelli grezze viene trasformato in fertilizzante per l’agricoltura mentre i fanghi, provenienti dai depuratori, vengono utilizzati nel settore dell’edilizia per la costruzione di laterizi;
  • La pelle conciata al vegetale, identificabile dal suo marchio, garantisce l’assenza di sostanze tossiche, come coloranti azoici, nichel o pentaclorofenolo e cromo VI, nocive non solo per l’essere umano ma anche per l’ambiente.

 Suole di Para / Latex

La Para (crepsole) è una gomma naturale ottenuta dalla coagulazione e dalla successiva essiccazione del latex prodotto dal cosiddetto "albero della gomma".

La maggior parte proviene da piantagioni del sud est asiatico.

È un prodotto ecologico, naturale e riciclabile al 100%, con un'altissima elasticità. Ha una buona resistenza all'abrasione e all'acqua ed è inalterabile a contatto con soluzioni alcaline, acide e salate; solo benzina e solventi possono attaccarlo, rendendolo appiccicoso.
È relativamente sensibile alle temperature, mostrando indurimento con freddo e rammollimento a temperature superiori a 40-50 gradi; in ogni caso, riportando il prodotto a temperatura normale, vediamo un ritorno al suo stato originale con tutte le sue caratteristiche.
La para è un eccellente compromesso tra naturalezza e resa ed ha molti vantaggi:
È completamente naturale e biodegradabile quindi non presenta alcuna criticità di smaltimento.
Gli scarti prodotti con i tagli possono essere riaffilati e ricalibrati, per andare a regolarsi in nuove lastre, pertanto limita al minimo gli sprechi, con vantaggi in termini di costi e ambiente.
Il processo di fabbricazione è esclusivamente meccanico e si svolge senza l'uso di additivi chimici o coloranti.

 

ViolaFonti Ecoline
shoes made 100% with leather and lining vegetable tanned and with sole in Latex/Para soles.

 

The vegetable tanning

Vegetable tanning is an artisan tradition that the Tuscan tanneries have handed down from father to son  for centuries, mixing antique recipes and state-of-the-art technology.
The transformation from raw hides into a material that will resist throughout time is a process that slowly happens into wooden drums, in full respect of man and the environment.  An astonishing process based on the use of natural tannins extracted from trees, on modern technologies and machineries and on the slow passing of time.

Among the various tanning methods, the vegetable tanning is still nowadays the most traditional, the most recognisable, the only one able to give leather unique characteristics. It is able to join comfort and look, fashion and tradition, uniqueness and versatility of the product.

The vegetable tanning process is based on the use of tannin, active ingredient responsible for the transformation of the animal hide into a compact and resistant material durable through the years. This natural substance can be found in many different trees and vegetables, in variable concentration according to the different species. These natural tannin extracts make the vegetable-tanned leather unique and easily distinguishable.

Vegetable-tanned leather absorbs the traces of our life, it matures without ruining.  The natural ageing does not compromise its resistance. It reveals the signs of time and use as the most personal expression of naturalness and truth. The colours of tannins give the leather an unmistakable warm and brilliant shade that becomes more intense with the passing of time and the daily use.

Choosing a product made of Tuscan Vegetable-Tanned Leather means choosing a one-of-a-kind object that reflects the owner’s lifestyle.

No leather looks like any other, its peculiar characteristics offer a wide range of possible interpretations in shape and design. Designers can find a material able to add value to a project of fashion, consumers can find a product overcoming fashion and trends and gaining value with the passing of time.

Vegetable-tanned leather does not contain any toxic substance harmful to man and is highly tolerable for those who suffer from metal related allergies.

Vegetable-tanned leather productive cycle is strictly monitored to ensure a low impact on the environment:

  • No animal is killed for its skin. On the contrary, the raw hides used by our tanneries are the discarded by-products of the food industry producing meat for human consumption.
  • Being tanned with natural tannins, a vegetable-tanned leather object can be easily disposed of at the end of its life, thanks to its chemical-biological characteristics.
  • Our tanneries have made huge investments in depuration systems and waste recycling that make them work in full respect of man and the environment.
  • Many of the substances used during the tanning process are recovered, recycled and reused in different fields. Hair removed from raw hides is transformed into agricultural fertilizer; sludge produced by the depuration plants is reused in the construction field to make bricks.
  • Vegetable-tanned leather, recognizable from its trademark, does not contain any toxic substance such as azo-dyes, nickel, PCP or chrome VI

 

The sole in Para / Latex

 

The Para (crepsole ) is a natural rubber obtained from the coagulation, and subsequent drying, of the latex produced by the so-called "rubber tree".

The majority of the materials comes from South East Asian plantations. It is an ecological product, natural and 100% recyclable, and has a very high elasticity. It has good resistance to abrasion and water, and is unalterable in contact with alkaline, acid and salt solutions; only petrol and solvents can attack it, making it sticky.

It is relatively sensitive to temperatures, showing hardening with cold and softening at temperatures above 40-50 degrees; in any case, bringing the product back to normal temperature, we see a return to its original state with all its characteristics.

Para is an excellent compromise between naturalness and yield. It has many advantages:

It is completely natural and #biodegradable  therefore it does not present any criticality of disposal.

The scraps produced with the cuts can be regrinded and recalibrated, to go to regulate themselves in new slabs. It therefore limits waste to a minimum, with benefits for costs and the environment.

The manufacturing process is exclusively mechanical and takes place without the use of chemical additives or dyes.